Pixel facebook
 
Skin ADV

Acidità di stomaco: cause, rimedi e alimentazione

Acidità di stomaco: cause, rimedi e alimentazione correttaL'acidità di stomaco è un disturbo piuttosto frequente e decisamente fastidioso. E' detta anche porosi o bruciore di stomaco ed è un sintomo comune a problemi diversi. Ma quali sono le cause dell'acidità di stomaco? Può essere causata da reflusso gastroesofageo ed indica la risalita degli acidi contenuti nello stomaco in esofago.

La risalita dell’acido, irrita la parete dell’esofago e della gola, causando dolore e fastidio per poco tempo o per ore in relazione alla gravità del fenomeno. Le cause scatenanti sono da attribuirsi alla cattiva digestione provocata dall’abitudine di mangiare in fretta o da pasti abbondanti. Anche la tipologia e qualità del cibo influiscono sull’acidità di stomaco: i cibi grassi sono digeriti lentamente e pertanto risiedono nello stomaco più a lungo influenzando la digestione; il cioccolato la menta possono avere un effetto rilassante sullo sfintere esofageo inferiore, favorendo la risalita del contenuto dello stomaco; i cibi piccanti, le cipolle e i prodotti a base di pomodoro possono esercitare un effetto irritante. Episodi frequenti di acidità di stomaco o indigestione possono essere i segni di un problema più serio che potrebbe peggiorare se non curato in modo adeguato.

Tra i farmaci di automedicazione contro l'acidità di stomaco, gli antiacidi alleggeriscono la sintomatologia da reflusso, diminuendo l'acidità gastrica. Tra questi i più comuni sono il bicarbonato di sodio, il carbonato di calcio, gli H2 antagonisti e gli inibitori della pompa protonica. Il bicarbonato di sodio agisce rapidamente neutralizzando gli acidi, ma comporta effetti collaterali spiacevoli come alcalinizzazione delle urine, gonfiore, ipersodemia. Il carbonato di calcio presenta un durata di azione più lunga ma provoca stipsi se utilizzato per lungo tempo. Gli H2 antagonisti invece riducono la produzione di acido nello stomaco e di conseguenza si hanno meno probabilità di accusare acidità di stomaco. Sebbene agiscano meno rapidamente degli antiacidi (di solito iniziano a fare effetto nell'arco di un'ora), possono alleviare i sintomi per un periodo più lungo. Gli H2-antagonisti sono disponibili come prodotto da banco e in formulazioni a dosaggio più elevato con obbligo di ricetta e sono: cimetidina, famotidina, ranitidina. Infine gli inibitori della pompa protonica come omeprazolo e esomeprazolo. E’ necessario rivolgersi al medico se si utilizzano farmaci da automedicazione per il brucione di stomaco e per il reflusso gastroesofagego per più di due volte alla settimana o se i sintomi non migliorano.

 

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco