Attenzione alla sindrome da genitore perfetto


Stress ed esaurimento nervoso possono esse spiacevoli conseguenze non solo di un'attività lavorativa pesante o eccessiva ma anche di una gestione poco accorta dei figli: è la sindrome ‘da genitore perfetto'. A soffrire di questa patologia che riguarda l'impegno spasmodico di mamma e papà nei confronti delle attività dei figli (dalla scuola allo sport) è oltre un genitore su dieci.

I risultati sono stati resi noti da una ricerca dell'università belga di Lovanio, appena pubblicata sulla rivista Frontiers in Psychology e condotta su 2000 genitori. Tra i principali sintomi del cosiddetto burnout, l'esaurimento cioè, vi sono irrequietezza, apatia, senso di frustrazione, di inefficacia e di incompetenza che possono essere legati a depressione, dipendenza e altri problemi di salute. Conseguenze che di solito sono associate all'attività lavorativa ma che, come dimostra lo studio, possono derivare anche dalla gestione dei figli: a sentirsi totalmente esauriti oltre una volta a settimana sono il 13% dei genitori. Gli autori della ricerca spiegano che questa è una conseguenza del cambio di mentalità secondo il quale oggi dai genitori ci si aspetta più coinvolgimento e attenzione verso i figli. E la sensazione di non essere all'altezza genera l'esaurimento. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: