Via libera alla legge sui vaccini


Via libera: il Consiglio dei ministri ieri ha approvato il decreto. Sono 12 le vaccinazioni che da settembre saranno obbligatorie per l’iscrizione a scuola nella fascia 0-6 anni, ovvero per gli asili nido e le scuole materne. Si tratta delle quattro vaccinazioni ritenute fino ad oggi obbligatorie, alle quali se ne aggiungono altre già previste nel nuovo Piano nazionale vaccini 2017-19, che ne contempla la gratuità. Le 4 vaccinazioni già oggi obbligatorie sono: antidifterica, antitetanicaantipoliomeliticaantiepatite virale BA queste si aggiungonol’anti-pertossel’anti- meningococco B, l’anti-meningococco Cl’anti-morbillol’anti-rosolia, l‘anti-parotitel’anti-varicella il vaccino contro l’Aemophilus influenzae.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha precisato che non si tratta di 12 vaccinazioni da fare singolarmente, dato che alcune vengono effettuate in gruppo. Quanto agli stanziamenti, sono già previsti dal nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2017-19: si tratta di 413 milioni di euro per il triennio. Una misura attesa ma anche molto criticata. Le polemiche più aspre sono arrivate dal Moige, il Movimento italiano genitori, il quale per bocca del segretario Antonio Affinita ha parlato di delirio sanitario. Il governo si mette contro 16 milioni di famiglie e il ministro Lorenzin, che mai le ha coinvolte a un tavolo per parlare di queste cose, agita lo spettro di multe superiori a quelle riservate a chi vende alcolici o tabacchi ai minori". Il Moige chiede l’intervento urgente del Parlamento e critica aspramente le sanzioni salatissime (multe fino a 7500 euro) previste per i genitori che non vogliono vaccinare i figli, compresa, ovviamente, quella estrema della sospensione della patria potestà. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: