Dieta sbagliata e poco sole: ossa troppo fragili


Lo stile di vita condanna le nuove generazioni ad avere le ossa fragili. Bambini e ragazzi passano troppe ore davanti a telefonini, tablet e computer, giocano poco all'aria aperta e si alimentano male, in particolare la loro dieta è povera di calcio e vitamina D. A lanciare l'allarme è il professor Andrea Giustina nel corso del First international conference on controversies in Vitamin D', congresso degli esperti di vitamina D svoltosi nei giorni scorsi a Pisa. 

“Oggi - ha spiega Giustina all'AdnKronos Salute - le nuove generazioni non hanno più l'abitudine di trascorrere molte ore fuori casa, come accadeva un tempo. Così i benefici del clima favorevole del nostro Paese si vanificano. E si registrano gli effetti negativi legati alla minore produzione di vitamina D, ovvero una minore mineralizzazione delle ossa che, nei ragazzi, è particolarmente importante". Quanto alla dieta, bisogna cambiarla e cominciare ad introdurre cibi ricchi di vitamina D come olio di fegato di merluzzo, salmone, pesce azzurro, uova. A rischio in particolare sono le ragazze “che rinunciano a latte e formaggio perché convinte che facciano ingrassare". 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: