Pressione alta: anche poco sale fa male


Contro la pressione alta bisogna ridurre la quantità di sale. Ma senza esagerare e senza eliminarlo del tutto. A fornire le precisazioni in merito è un gruppo di studiosi della World Heart Federation, dell'Esh e dell'European Public Health Association in occasione del 27esimo congresso della Società europea dell'ipertensione tenutosi nei giorni scorsi a Milano.

Precisamente, scendere al di sotto dei 7,5 grammi al giorno (pari a 3 grammi di sodio), potrebbe essere dannoso. Giuseppe Mancia, presidente dell'Esh Meeting di Milano e primo autore del lavoro, ha spiegato all'AdnKronos: “Definire la dose di sodio ottimale per il benessere dell'organismo è difficile e controverso. Non abbiamo ancora dati scientifici certi sugli effetti che un consumo moderato di sale offrirebbe alla riduzione del rischio cardiovascolare e di decesso. Il nostro studio suggerisce di limitare l'apporto di sale senza però andare al di sotto dei 7,5 grammi al giorno, perché non conosciamo ancora le conseguenze per la salute".

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: