Gemmoterapia: posologia bambini, anziani, gravidanza


Gemmmoterapia: indicata per chi? 

La gemmoterapia è indicata principalmente nei bambini, negli anziani, nei soggetti allergici, nelle donne durante la fase di gravidanza e di allattamento. Ad ogni modo come sempre per le donne in gravidanza e durante l’allattamento è richiesto il parere del medico, per valutare l’appropriatezza e la necessità della terapia. 

I gemmoterapici sono preparati derivati da piante medicinali molto tollerati e privi di interazioni farmacologiche. I risultati terapeutici della gemmoterapia, sono documentati da evidenze cliniche e studi scientifici. 

Quale la posologia negli adulti? 

Negli adulti la posologia in genere è di 50 gocce, diluite in un po’ di acqua (mezzo bicchiere) 1-2 volte al giorno, da assumere un quarto di ora prima dei pasti. La terapia deve essere somministrata almeno per 20 giorni al mese, e per diversi mesi se necessario, in relazione alla patologia. Consigliamo di trattenere la soluzione per 1 minuto in bocca prima di deglutire, o di sorseggiare lentamente per favorire l’assorbimento dell’erba medicinale.

In caso di ipersensibilità individuale, o di fenomeni allergici, il trattamento deve essere sospeso. Questo avviene talvolta per chi è allergico alla glicerina, presente nel gemmoterapico come eccipiente. 

Quale la posologia nei bambini? 

I prodotti gemmoterapici, possono essere somministrati nei bambini a partire dai 2 anni di età. I gemmoterapici contengono alcool al 37% e glicerina. La posologia per i bambini da 2 a 6 anni è 1 gocce per chilo, due volte al giorno. Al compimento del sesto anno di età è possibile somministrare 20-30 gocce, diluite in acqua. Valgono le regole descritte per gli adulti, circa il sorseggiare lentamente.

La durata della terapia anche in questo caso sarà di almeno 20 giorni e per più mesi se necessario in relazione alla patologia, sempre seguendo il consiglio del pediatra.

I preparati gemmoterapici possono essere amari. Se il bambino non gradisce il sapore è possibile aggiungere zucchero o miele nel preparato o nella soluzione.

Per eliminare l’alcool, è possibile riscaldare leggermente la soluzione per un minuto al fine di far evaporare l’alcool. 

Contatta i nostri farmacisti online per conoscere il rimedio giusto per te!

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: