Cicatrici ipertrofiche dopo chirurgia: rimedi


Che cosa è una cicatrice ipertrofica? 

Una cicatrice diventa ipertrofica o un cheloide quando nel derma si accumula il collagene.

Si formano dopo un trauma o un intervento chirurgico e tendono ad espandersi dopo un trauma o un intervento chirurgico. Sono escrescenze nodulari o a placche di colore rosa o marrone. Possono insorgere sul lobo di un orecchio dopo un piercing, sulle spalle, sul collo

Oltre all’aspetto estetico è importante trattarle perché possono provocare tensione cutanea fastidiosa da sopportare ed infezioni.

Chi è soggetto a questo tipo di cicatrici ha una familiarità. Le cicatrici ipetrofiche e i cheloidi sono molto comuni nella razza nera e caraibica. 

Un po’ di numeri 

In Italia circa 4,7 milioni di persone ogni anno subiscono una cicatrice a causa di un intervento chirurgico. Circa 220.000 di queste cicatrici sono a causa di un parto cesareo. Sono pertanto circa 1,8 Milioni le cicatrici ipertrofiche in Italia ogni anno a seguito di un intervento chirurgico, 235.000 i cheloidi. 

Quali le terapie? 

I fogli al silicone hanno la capacità di diminuire il volume della cicatrice e aumenta l’elasticità della cicatrice dal 60 % al 100% dei casi. Tra i prodotti consigliamo Dermatix lamine cerotto, Cicacare fogli al silicone.

I gel al silicone sono caratteristici perché forniscono uno strato molto sottile di silicone che asciuga rapidamente. Risultati comparabili al foglio di silicone ma miglior accettabilità da parte del paziente. Tra i prodotti consigliamo Kelocote gel cicatrici, Dermatix gel.

Il trattamento di compressione consiste in una Benda o indumento compressivo (utilizzato specialmente post-ustione) da utilizzare 20 – 24 ore al giorno. 

In basso un semplice schema di trattamento delle cicatrici con il silicone. 

ddd

Esistono poi terapie farmacologiche su raccomandazione del medico: 

Cortisone in crema o intra-lesione: Trattamento efficace ma con effetti collaterali di ipopigmentazione, atrofia e ritardata guarigione della ferita. 

Le terapie ambulatoriali a disposizione del dermatologo o del medico estetico: 

Laser: Costoso, efficace, causa spesso iperpigmentazione.

Crioterapia: Applicazione di azoto liquido, procedura va ripetuta più volte, rischio elevato di iperpigmentazione. 

Radioterapia: Può causare ipo- ed iperpigmentazione, eritema , atrofia. 

Chirurgia: In genere per Cicatrici ipertrofiche infette o cheloidi che non rispondono a bendaggio compressivo e corticosteroidi. 

Il team di farmacisti di Bosciaclub è disponibile ad indicarti il medicamento più adatto a te!

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: