Cancro: primi successi per il vaccino


Un nuovo passo avanti della ricerca contro il cancro. Le ultime scoperte avvicinano il momento dell'entrata in commercio di un vaccino iniettabile anti-tumori. Lo studio in questione è stato condotto dalla californiana Stanford university school of medicine e i risultati pubblicati sulla rivista scientifica Science translational medicine. 

I ricercatori hanno scoperto che quantità minuscole di due agenti immunostimolanti iniettate direttamente all'interno di tumori solidi possono eliminare ogni traccia di cancro nei topi, comprese metastasi distanti e non trattate. Per questo ritengono che si possa arrivare ad un vaccino per l'uomo che combatta il cancro efficacemente, velocemente e senza grandi spese. Un portavoce del team di ricerca ha reso noto: “Questo approccio bypassa la necessità di identificare i target immunitari specifici del tumore e non richiede l'attivazione massiccia del sistema immunitario o la 'modifica' delle cellule immunitarie di un paziente". Adesso la bontà dei risultati raggiunti nei test sugli animali dovrà essere confermata da quelli sugli uomini (già avviati su pazienti con linfoma). I ricercatori sono ottimisti e credono che il loro vaccino - testato su topi con linfoma e con tumori al seno - possa combattere qualsiasi tipo di tumore. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: