Filtri prodotti

Prezzo

€ 0 - € 150

Marchi

Mostra tutti

Il feto adora la musica classica


Mozart, che passione. Un amore che parte da lontano, dalla pancia della mamma. Già allo stadio fetale l’essere umano dimostra di gradire la musica e precisamente quella classica. A renderlo noto è un’indagine dell’Institut Marquès, clinica di riproduzione assistita catalana, effettuata a partire dalle espressioni facciali di 300 feti tra la 18esima e 38esima settimana di gestazione. Tutti sono stati sottoposti all’ascolto di 15 brani appartenenti a tre diversi generi: classica, tradizionale e pop-rock. 

L’Institut Marquès da anni effettua ricerche sugli effetti della musica in gravidanza. Questo specifico esperimento è stato condotto con un dispositivo, denominato Babypod, in grado di trasmettere musica e suono della voce all’interno della vagina. Lo strumento è posizionato come se fosse un tampone ed è collegato al cellulare, in tutta sicurezza per la madre e per il bambino. Oltre a rendere possibile la comunicazione con il feto, questo dispositivo ha applicazioni mediche importanti nel campo della sordità fetale e delle ecografie. Ma, soprattutto, permette di registrare i messaggi dei genitori così il bambino può sentire la loro voce già nella pancia della mamma.

I risultati dell’esperimento sono stati piuttosto chiari: l’84% dei feti esaminati ha apprezzato la musica classica, il 79%la musica tradizionale e il 59% il pop rock. A moltissimi dunque piace la musica con una chiara preferenza per la classica. Fra gli autori stravince Mozart con la Serenata K 525, seguito da Bach, Prokofiev, Strauss e Beethoven.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: