Morbo di Parkinson cosa mangiare

Pubblicato il 05/02/2019


Il morbo di Parkinson è un disordine del sistema nervoso che colpisce i neuroni ed una parte del cervello che controlla l’attività muscolare. In queste persone i neuroni che sono deputati ad rilasciare il mediatore dopamina sono danneggiati. Da questa causa derivano i tremori che sono sintomi disabilitanti di questa malattia.

Morbo di Parkinson i sintomi debilitanti

I sintomi del morbo di Parkinson colpiscono le braccia, le gambe, le mani, il viso. Oltre ai tremori è presente rigidità muscolare, problemi di equilibrio, scarso coordinamento e lentezza dei movimenti.

Chi soffre di Morbo di Parkinson, avrà infatti difficoltà a camminare, masticare, ingoiare, parlare, dormire, urinare. Spesso a tutto ciò è associata la depressione e la demenza.

La malattia colpisce più uomini che donne, con una età superiore ai 60 anni, ma la patologia in metà delle persone può essere diagnosticata anche intorno ai 50 anni.

Morbo di Parkinson: le cause

Le cause del morbo di Parkinson non son ancora del tutto note e per tanto non si conoscono le reali motivazioni del perché una zona del cervello si ammala e muore. Ciò che invece si conosce sono le proprietà della dopamina la cui assenza causa i sintomi del Parkinson.

Molti ricercatori oggi pensano che siccome la produzione di dopamina diminuisce con l’età, un danno provocato dai radicali liberi può essere un fattore che accelera la progressione della malattia.

La genetica, anche svolge un ruolo importante. Lo dicono infatti i numeri. Tra il 15% ed il 25% di soggetti con morbo di Parkinson hanno una storia familiare.  I geni in aggiunta responsabili della malattia sono stati recentemente identificati. Pertanto la combinazione tra genetica e fattori ambientali possono rappresentare la causa del morbo di Parkinson

Morbo di Parkinson: cosa mangiare

I soggetti affetti da Morbo di Parkinson tendono ad avere i livelli di coenzima Q10 bassi. Recenti evidenze cliniche dimostrano che la somministrazione di coenzima Q10 potrebbero rallentare la progressione della patologia soprattutto durante la fase iniziale della malattia.

Il dosaggio suggerito, che può essere assunto con gli integratori di Coenzima Q10, è da 300mg a 1200mg al giorno, ove si comincia con il dosaggio più basso, per poi incrementare nel tempo.

Il coenzima Q10 può anche ritrovarsi nella carne e nel pesce.

Uno studio olandese recente ha anche dimostrato che la vitamina B6 può ridurre il rischio di sviluppare il Morbo di Parkinson. Il dosaggio raccomandato va dai 25 ai 100mg al giorno e può essere assunta attraverso i seguenti alimenti: asparagi, banane, cavolfiori, carote, aglio, pomodoro, tonno e anguria.

Morbo di Parkinson cosa mangiare è un articolo del Blog della farmacia online Bosciaclub. Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente tutte le promozioni.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: