Emorroidi dolorose: cosa fare?

Pubblicato il 08/05/2020


Le emorroidi possono essere asintomatiche oppure accompagnate da sangue e dolore. Vediamo cosa fare per le emorroidi dolorose.

Emorroidi dolorose: cosa fare?

Cosa fare dunque per le emorroidi dolorose? Se il sangue è visibile solo nel momento della defecazione e raramente può condurre ad una emorragia, il dolore è presente quando le emorroidi sono ulcerate o trombizzate. Ciò può condurre anche alla fase acuta: il dolore delle emorroidi è insopportabile. Il prurito anale invece è un sintomo frequente delle emorroidi ma occorre distinguerlo da altre possibili cause come le patologie dermatologiche: psoriasi, dermatite atopica, allergie; l’intolleranza ad alcuni saponi o detergenti; l’alimentazione; le infezioni batteriche o fungine, l’assunzione di farmaci come gli antibiotici, la scarsa igiene o il caldo. Le emorroidi sono problema comune in gravidanza e sono spesso associate nelle gestanti alle varici alle gambe, nella vulva.

Emorroidi dolorose: cosa fare

Per la cura delle emorroidi le creme, i gel e le pomate devono essere associati alla dieta, allo stile di vita e all’integrazione orale. Il trattamento topico delle emorroidi aiuta a migliorare la sintomatologia e a ridurre il dolore. Si consiglia sempre di praticare il trattamento topico, associandolo a quella orale, in particolare per avere un beneficio nel rafforzamento delle varici emorroidali e nel loro riassorbimento ove possibile. In commercio esistono molte creme e pomate per emorroidi, con caratteristiche e principi attivi diversi. La lista comprende farmaci di automedicazione, prodotti a base di erbe vegetali e prodotti omeopatici. La scelta dipende dal grado di gravità delle emorroidi, dal livello del dolore, dalla gravidanza.

Cura per emorroidi dolorose

Tra i rimedi naturali per le emorroidi dolorose consigliamo Fitoroid pomata, trattamento topico a base di costituenti flebo tonici e antinfiammatori. I risultati sono più lenti di un prodotto da banco e il beneficio è sicuramente valido se il grado di intensità e la frequenza dei sintomi non sono molto frequenti. Questa pomata contiene: Elicriso, Rusco, Aloe vera, Jojoba Cipresso, Menta piperita. Preparazione H pomata è indicata sia in caso di emorroidi esterne che interne. È uno dei rimedi più utilizzati ed efficaci. È a base di lievito di birra (Saccharomices Cerevisiae) che agisce a livello tissutale accelerando i processi riparativi e riducendo i sintomi. Può essere acquistata anche in altre formulazioni tra cui le supposte. Se l’obiettivo è curare il dolore, e questo è molto forte, è possibile utilizzare un farmaco a base di anestetico locale come il Luan gel il quale facilita le manovre endouretrali (introduzione di cateteri, dilatazioni, cistoscopie, ecc.) unendo all'azione lubrificante quella anestetica.

Emorroidi dolorose e prodotti da banco

Altri farmaci a base di anestetici locali o cortisonoci sono Proctolyn crema, Proctosedyl crema, Proctosoll cremaUltraproct unguento, Rectoreparil pomata, Ruscoroid pomata.Proctolyn crema è un farmaco di automedicazione a base cortisone, calma il dolore e l’infiammazione grazie al principio attivo ma può far insorgere problemi di irritazione, di sensibilizzazione. Pertanto, non può essere impiegato per lunghi periodi di tempo. Proctolyn crema è indicata anche se è presente il bruciore o il prurito anale.

Emorroidi dolorose: gli integratori

Gli integratori per le emorroidi sono una alternativa ai prodotti fitoterapici e contengono le stesse erbe officinali: Ippocastano, Rusco, Centella asiatica che è possibile assumere per un periodo di almeno 3 mesi di trattamento o in capsule o in tintura madre alla dose di 30-40 gocce fino a 2-3 volte al giorno. È possibile ricorrere con lo stesso scopo in gemmoterapia ance all’Ippocastano MG 1 DH e al Sorbus Domestica alla dose di 50 gocce per 2 volte al giorno. Sono spesso associati a vitamina C e vitamina E: proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, cicatrizzanti. Possono essere associati sia alle pomate che ai gel per le emorroidi, sia quelli naturali con estratti vegetali, sia quelli di automedicazione con cortisone. Tuttavia, mentre i trattamenti topici garantiscono un sollievo immediato, gli integratori mostrano un miglioramento del tono venoso, dopo un ciclo di terapia, generalmente dopo almeno 3-4 mesi di trattamento. Tra gli integratori per le emorroidi più venduti raccomandiamo Triade compresseFibraid fibra bustineProctolyn integra plus bustineAxaven bustine. Per uso topico per alleviare dolore e prurito, in alternativa a Proctolyn o Preparazione H è possibile usare Hamamelis virginiana pomata o unguento: possiede una attività astringente, antiifiammatoria e emostatica. Alcuni studi clinici comparativi mostrano una efficacia simile al cortisone nel ridurre i sintomi.

Emorroidi dolorose: i rimedi omeopatici

Sia in caso di emorroidi interne o esterne, doloranti e con prurito Aesculus Hippocastanum 5-9 CH 5 granuli 3 volte al giorno o nella formulazione in gocce 6DH 1 o 2 volte al giorno. In alternativa viene utilizzata la Nux Vomica 5-9 CH, in particolare se si hanno problemi di emorroidi a seguito di abitudini alimentari errate, e il fenomeno deriva dal consumo di cibi specifici o all’alcol. Nel caso che le emorroidi siano sanguinanti, sporgenti e dolorose, Hamamelis Virginiana 5 CH, 5 granuli fino a 3 volte al giorno.

Emorroidi dolorose: la cura in farmacia

Puoi trovare prodotti per le emorroidi dolorose sul sito Bosciaclub. Bosciaclub è una farmacia online dove puoi acquistare i migliori prodotti, integratori e rimedi naturali. Il nostro team di farmacisti è inoltre lieto di poterti consigliare su come affrontare tutti i problemi legati alla tua salute. Contattaci e iscriviti alla newsletter per ricevere promozioni e buoni sconto.

Prodotti correlati

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: