Integratore di coenzima Q10: quale acquistare

Pubblicato il 03/08/2022


Il coenzima Q10 è un cofattore coinvolto nella sintesi di ATP nel metabolismo cellulare. È un costituente essenziale dei mitocondri a cui di demanda la produzione di energia (ATP).

Chiamato anche ubichinone o ubidecarenone ha notevoli proprietà antiossidanti e la sua carenza è stata osservata principalmente nelle patologie cardiovascolari, nel morbo di parkinson e nelle encefalopatie.

A cosa serve il coenzima Q10?

Sebbene il coenzima Q10 venga assorbito con la dieta, tutte le fonti alimentari non sono in grado di fornire le stesse prestazioni cliniche in cui si richiedono dosaggi elevati. Pertanto, gli integratori alimentari di coenzima Q10 a dosaggi variabili da 50 mg a 600 mg possono essere usati nelle seguenti occasioni di uso:

  • Patologie Cardiovascolari
  • Malattie neurodegenerative
  • Infertilità maschile
  • Fibromialgia da trattamento di statine
  • Emicrania
  • Antinvecchiamento

I benefici

  • Chi soffre di patologie cardiovascolari ha un fabbisogno maggiore di coenzima Q10: scompenso cardiaco, ipertensione, angina, prolasso della valvola mitralica sono tutte condizioni che richiedono un aumento tissutale di coenzima Q10. L’assunzione di coenzima Q10 fino ad un dosaggio giornaliero di 300 mg die, ha contribuito ad un miglioramento significativo della funzione endoteliale. Numerose evidenze cliniche indicato una riduzione della mortalità ed un miglioramento significativo della performance cardiaca, una riduzione dei valori pressori ed un aumento della resistenza allo sforzo.
  • La somministrazione di coenzima Q10 in soggetti con morbo di parkinson ha mostrato una riduzione significativa, correlata al dosaggio, del declino funzionale
  • Pazienti con deficit di coenzima Q10 al dosaggio di 200 mg die hanno mostrato un incremento della morfologia, densità e motilità spermatica
  • Sia in soggetti adulti che nei bambini, la somministrazione di coenzima Q10 ha dimostrato una riduzione di frequenza ed intensità degli attacchi di emicrania

Coenzima Q10 e colesterolo

Gli integratori a base di coenzima Q10, grazie alle proprietà antiossidanti proteggono in vasi dall’aterosclerosi prevenendo la formazione di perossidi di lipidi e l’ossidazione delle LDL.

Coenzima Q10 e fibromialgia da statine

Evidenze cliniche hanno mostrato al dosaggio di 100 mg al giorno per 1 mese, una riduzione della mialgia o del dolore muscolare, in soggetti trattati con statine

I benefici per la pelle

Il deficit di coenzima Q10 è correlato all’invecchiamento fisiologico ed è il primo antiossidante consumato durante l’esposizione ai raggi solari. I benefici dell’assunzione sono sia di contrasto all’invecchiamento cutaneo sia di protezione della pella per esposizione alle radiazioni solari

Coenzima Q10 per dimagrire

Anche nei soggetti obesi si riscontra un deficit di coenzima Q10: Il trattamento con un dosaggio di 100 mg per 8 settimane, nell’ambito di una dieta ipocalorica ha mostrato una riduzione significativa del peso

Coenzima Q10 per quanto tempo prenderlo

Dosaggi e tempi di trattamento variano in relazione al bisogno e alle occasioni di uso: Il dosaggio è variabile da 50 mg a 600 mg al giorno, la durata del trattamento da 1 mese a diversi mesi di terapia continuativa.

Integratore di coenzima Q10: quale acquistare

Gli integratori a base di coenzima Q10 devono essere acquistati in relazione al dosaggio.

La gamma di integratori Longlife permette con quattro formulazioni disponibili in farmacia di acquistare il prodotto in base al dosaggio richiesto per una occasione di uso specifica

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 18.30