Filtri prodotti

Prezzo

€ 0 - € 150

Marchi

Mostra tutti

Influenza: arriva il picco. Ecco cosa fare


 

I casi di influenza sono già quasi 200mila in Italia, come fa sapere l'Istituto superiore di sanità. I più colpiti, al solito, sono i bambini. Nelle prossime settimane, complici le temperature più fredde, si arriverà al ‘picco'. A questo proposito Ansa salute ricorda come comportarsi nel caso in cui i bambini abbiano la febbre. Il decalogo è stato realizzato in occasione del prossimo convegno di infettivologia e vaccinologia pediatrica. 

1. Per la misurazione impiegare solo il termometro elettronico digitale e solo sotto l'ascella. La via rettale è causa di sconforto e di incidenti.

2. Far visitare in giornata il lattante febbrile, perché è frequente la possibilità di infezione batterica grave.

3. Se la febbre non si abbassa non intestardirsi con l'antibiotico: non sempre la febbre è causata da infezione.

4. Rispettare le dosi prescritte dal medico o indicate nel foglio illustrativo.

5. Rispettare i tempi di assunzione.

6. Novanta minuti è il tempo massimo entro il quale deve essere atteso l'effetto dell'antipiretico. 

7. La via di somministrazione è sempre quella orale, salvo casi rari. 

8. No ai 'rimedi della nonna': spugnature, ghiaccio, o stracci bagnati sono non solo inutili, ma anche controproducenti: causano brivido e quindi innalzamento della temperatura e malessere nel bambino.

9. La crescita dei dentini non provoca febbre.

10. Attenzione alla malaria se il bambino con febbre è di ritorno da un Paese ad endemia malarica. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: