Filtri prodotti

Prezzo

€ 0 - € 150

Marchi

Mostra tutti

Dieta: ecco 10 cose da non fare


Di diete, si sa, ce ne sono tante e di errori altrettanti. Ecco perché Nick Mitchell, un personal trainer molto seguito, ha stilato un elenco di dieci falsi miti sulla dieta, pubblicati dal quotidiano britannico Daily Mail. Le teorie di Nick Mitchell, ex wrestler e personaggio della tv, hanno sempre molto seguito o, quanto meno, fanno molto discutere. Ecco il ‘falso decalogo’ per dimagrire, riportato dall’agenzia di stampa AdnKronos.

1. Tutte le calorie sono uguali purché non si superi la quantità prefissata. Falso. Mangiare 300 calorie di fritti o 300 di cereali non è la stessa cosa. Proteine, carboidrati e grassi sono assimilati in modi diversi. Una dieta ricca di zuccheri, ad esempio, può far guadagnare grasso corporeo.

2. Le calorie non sono importantipurché si mangi sano. Falso. La frutta secca ad esempio fa bene, ma va mangiata con moderazione. Non si può ignorare la legge della termodinamica, quindi il numero di calorie ingerite conta eccome.

3. I grassi ingrassano. Falso. Una convinzione, secondo Mitchell, nata dal fatto che i grassi contengono 9 calorie al grammo mentre proteine e carboidrati ne hanno solo 4. I grassi sono fondamentali nell’alimentazione e dovrebbero costituire circa il 20% dell’apporto calorico giornaliero. Non di più. Altrimenti sì che ingrassano.

4. I carboidrati sono il ‘male’. Falso. A patto, anche qui, di non esagerare. La quantità da ingerire ogni giorno varia da persona a persona in base alla velocità di assimilazione.

5. Niente carboidrati dopo le 18. Falso. Ricerche recenti hanno mostrato che chi mangia carboidrati la sera brucia più grassi di chi li mangia la mattina.

6. Non importa a che ora si mangia finché si mangiano le cose giuste nella quantità giusta. Falso: una colazione a base di cereali programma il corpo ad utilizzare gli zuccheri come ‘carburante’ per il resto del giorno. Se si mangiano grassi, saranno questi ad essere bruciati.

7. Pasti più frequenti accelerano il metabolismo. Falso anche questo secondo Mitchell. Mangiare spesso migliora la sintesi delle proteine, regola la quantità di zucchero nel sangue e aumenta il senso di sazietà. E’ preferibile rispetto ai tre pasti al giorno, ma non perché modifica il metabolismo.

8. La dieta dei liquidi. Falsissimo. Si perdono chili in fretta ma è solo un’illusione. Non si sta bruciando grasso, ma massa magra. In altre parole, questo tipo di dieta fa perdere tono muscolare e inflaccidisce ulteriormente. Il peso poi si recupera altrettanto rapidamente.

9. Sessioni infinite di allenamento cardio. Ore e ore sul tapis roulant è l’unico modo per bruciare grassi? Assolutamente no, rivela l’esperto. Un allenamento cardio fa perdere tono muscolare, lasciandoci con un fisico debole. Meglio puntare su un programma specifico di perdita di grasso. Il cardio può essere inserito fra un esercizio e l’altro per bruciare ulteriori calorie.

10. Meno peso e più ripetizioni per un fisico tonico. Falso. Molte donne sono convinte che allenarsi con un peso maggiore le possa far diventare simili ai wrestler. Mentre aumentando le ripetizioni i muscoli si tonificano ma senza ‘mettere su troppa massa’. Un aspetto tonico, spiega Mitchell, dipende dal rapporto tra massa muscolare e massa grassa. Per ottenerlo bisogna sollevare pesi maggiori con poco riposo tra una ripetizione e l’altra.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: