Depressione: nuovo farmaco allo studio


Più che una nuova cura contro la depressione pare un'autentica rivoluzione. Si tratta di un farmaco che agisce in modo completamente diverso rispetto agli altri usati fino ad  ora contro il ‘mal di vivere'. Infatti i comuni medicinali antidepressivi sono accomunati dal fatto di aumentare la produzione di serotonina nel cervello, la sostanza del ‘buon umore' cioè. Senza contare che la loro efficacia non è uguale per tutti i pazienti.

Il meccanismo allo studio dei ricercatori invece stimolerebbe direttamente la crescita di nuovi neuroni, un processo che tecnicamente si chiama neurogenesi e che nei pazienti depressi si blocca innalzando il livello di ansia. La ricerca, condotta dal Massachussetts General Hospital di Boston e coordinata dall'italiano Maurizio Fava, è stata pubblicata sulla rivista Molecular psichiatry sulla quale si specifica che la molecola "NSI-189" si assume per bocca, agisce con rapidità e ha pochissimi effetti collaterali. Naturalmente siamo ancora nelle fasi sperimentali e serviranno nuovi test prima di un'eventuale introduzione in commercio del farmaco.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: