Scompenso cardiaco: benefici vitamina D


La vitamina D come alleato contro lo scompenso cardiaco cronico. L'assunzione quotidiana, infatti, potrebbe ridurre addrittura la necessità di impiantare un cardioversore-defibrillatore per tenerlo sotto controllo.

Lo rivela uno studio presentato al 65° Annual Scientific Session & Expo dell'American College of Cardiology di Chicago. “Si tratta della prima prova che la vitamina D3 può migliorare la funzione del cuore in persone con debolezza del muscolo cardiaco – ha spiegato Klaus Witte, dell'Università di Leeds (Regno Unito), responsabile dello studio – Questi risultati potrebbero fare una differenza significativa nella gestione dei pazienti con scompenso cardiaco”.

Secondo quanto spiegato dai ricercatori, in individui sani la quantità di sangue pompata dal cuore per ogni battito è compresa tra il 60 e il 70%. Nei pazienti esaminati dagli studiosi invece il parametro si fermava, in media, al 26%. La metà dei partecipanti all'indagine ha assunto per un anno ogni giorno vitamina D3, la forma di vitamina D che aumenta con l'esposizione al sole; gli altri pazienti hanno invece dovuto assumere un placebo. E' stato così dimostrato che l'assunzione di vitamina D migliora la capacità del cuore di pompare sangue tra il 26 e il 34%.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: