Allarme celiachia: il 70% non sa di averla


L'allarme viene lanciato dall'Istituto superiore di sanità: in Italia il 70% dei celiaci risulta non diagnosticato e, soprattutto, non trattato. Un dato ben lontano dalle 600.000 diagnosi attese. E se da un lato la celiachia è la malattia più sotto-stimata, dall’altro è anche quella che ha un altissimo numero di diagnosi sbagliate. Questo a causa, fa sapere l'Iss, “di diagnosi fai-da-te, risposte cercate su Internet e sui social network, ‘mode' secondo cui togliere il glutine dalla dieta fa comunque bene, una serie insomma di credenze e falsi miti che fa male alla salute". Per fare chiarezza l’Istituto Superiore di Sanità ha organizzato il convegno "Allergie, intolleranze e celiachia". 

"Le difficoltà di una diagnosi precoce e corretta - spiega Marco Silano, esperto di celiachia dell’ISS - sono molte: la scarsa conoscenza delle modalità di esordio da parte dei medici che operano sul territorio; le indicazioni che si trovano sui social per ricorrere a test diagnostici di intolleranze ed allergie, privi di alcun fondamento scientifico, che per di più costano molto e portano a diete di esclusione senza motivo; la moda del glutine dannoso per tutti, per la quale si è addirittura arrivati a coniare il termine glutenfobia, e che può portare a mancate diagnosi o a ritardi nelle stesse".

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: