Succhiarsi il dito? Protegge dalle allergie


“Togli il dito dalla bocca”. Un rimprovero che ha tormentato generazioni di bambini. Genitori e parenti allarmati che hanno ripetuto la frase fino allo sfinimento. Un ritornello con eventuale aggiunta di “che hai pure le mani sporche”. Ora però questo vizio infantile viene riabilitato del tutto. Assieme ad un’altra abitudine poco ortodossa tipica degli adulti, oltre che dei bambini: il mangiarsi le unghie. Questo totale cambiamento di prospettiva viene certificato da uno studio condotto su 1.037 persone seguite dalla nascita all’età adulta dall’università Otago in Nuova Zelanda e pubblicatosull’autorevole rivista Pediatrics. Gli studiosi hanno dimostrato che ciucciarsi il pollice e mangiarsi le unghie protegge dalle allergie come asma e febbre da fieno.

Per dire: già a 13 anni nei ragazzini che fin da piccoli si succhiavano il pollice o si mangiavano le unghie si è registrata una minore prevalenza di sensibilizzazione agli allergeni: 38% contro 49%. Inoltre in chi aveva entrambi i vizi il rischio si abbassava al 31%. L’ipotesi, suffragata da una vera e propria teoria più generale, è che l’esposizione precoce a sporcizia e germi riduca il rischio di sviluppare allergie, cambiano e rafforzando le difese immunitarie nei confronti di allergeni come acari della polvere, erba, muffe e pelo di animali.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: