Arriva in Pediatria il robot per la paura


E' un robot alto un metro e venti e pesante trenta chili. Si chiama Pepper e nei giorni scorsi ha intrattenuto i piccoli pazienti del reparto di Pediatria dell'ospedale di Padova. Parla correttamente venti lingue ed ha un'autonomia di 12 ore ma soprattutto è in grado di rendere più piacevole o, almeno, meno noiosa la degenza: ride, piange, canta, balla, consola i bambini tristi e, fondamentalmente, è in grado di fare passare la paura. L'angoscia di trovarsi in ospedale, dell'intervento e di chissà cosa passa per la testa di un piccolo ammalato. Oltre a quattro microfoni direzionali e videocamere tridimensionali, Pepper ha anche un tablet che permette di vedere i neonati nell'incubatore dopo il parto.

La sperimentazione, come racconta il Corriere del Veneto, è andata a buon fine. Adesso l'obiettivo è cercare i 15mila euro per acquistare questo sofisticatissimo prodotto giapponese. A Padova sono fiduciosi: contano di farlo entro la fine dell'anno.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: