I bambini si trasmettono i virus con i giocattoli


Alcuni virus potrebbero essere trasmessi ai bambini non tanto dai loro coetanei ma dai giocattoli. La scoperta è stata fatta da due ricercatori della Georgia State University di Atlanta ed è stata appena pubblicata sulla rivista The pediatric infectious disease journal. Sarebbero dunque i comunissimi trenini, peluche e bamboline i veicoli dei virus. 

In particolare gli studiosi hanno osservato chesulla superficie dei giochi i virus restano anche 24 ore. Gli autori hanno infettato con alcuni esemplari di batteriofago – virus che sfrutta i batteri come ospiti – un giocattolo a forma di rana e lo hanno tenuto all’interno di una stanza dove c’erano 22 gradi. Durante la prima sperimentazione il grado di umidità della stanza era pari al 40%, mentre durante la seconda era pari al 60%.

Al termine delle due prove, hanno scoperto che i virus avevano resistito sulla superficie del giocattolo per diverse ore. Quando l’umidità della camera si fermava al 40% – come nelle nostre case -, gli agenti patogeni avevano resistito fino a 10 ore. Quando, invece, l’umidità era pari al 60%, sono state rilevato particelle virali infettive fino a un giorno di distanza dal momento della contaminazione. Da qui, l’invito, soprattutto negli asili, a decontaminare periodicamente i giocattoli per bambini.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: