Cancro: in arrivo la dieta personalizzata


“In futuro con un test del sangue sarà possibile dire chi deve mangiare cosa e ognuno potrà avere la propria personale dieta per prevenire i tumori". A sfatare il mito di una dieta anti-cancro universale è direttamente uno degli oncologi più affermati al mondo, David Khayat, autore di numerose ricerche e libri in materia, compreso il bestseller “La Vera dieta anticancro". Intervenendo al Salone internazionale dell'alimentazione di Parigi, Khayat ha specificato che ogni persona dovrebbe avere la propria dieta anti-cancro “perché in base a sesso, età e abitudini, la stessa sostanza può fare bene ad alcuni ma non ad altri". 

Qualche esempio? La vitamina E “per le donne va bene ma per gli uomini aumenta del 30% il rischio di cancro alla prostata, mentre la A va bene per tutti, ma non per i fumatori in cui aumenta del 300% il rischio di tumore al polmone". Restano naturalmente alcune regole alimentari auree. Quelle ormai codificate: “Meno calorie, meno grassi, meno zuccheri, seguire le stagioni, diversificare gli alimenti, evitare cibi carbonizzati".  In particolare tra i cibi promossi vi sono: melagrana, carote, pomodori, curcuma, tè verde, legumi, cavoli e broccoli, aglio, cipolla e zenzero. Su zucchero e carni rosse, invece, bisogna porre molte attenzione ma, ha concluso l'esperto, “l'allarme che c'è stato negli ultimi tempi è stato esagerato rispetto alle evidenze scientifiche".

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: