Anche una sola sigaretta accorcia la vita


Non esistono fumatori ‘leggeri', non esiste rischio zero. Il fumo fa male, sempre. Anche una sola sigaretta accorcia la vita. A sostenerlo è una ricerca del National Cancer Institute di Rockville, nel Maryland, appena pubblicata sulla rivista Jama Internal medicine. "Non esiste un livello sicuro di fumo - spiega Maki Inoue-Choi, autrice principale dello studio -. Nel nostro studio anche i fumatori che fumavano regolarmente meno di una sigaretta al giorno presentavano una maggiore probabilità di decesso rispetto a chi non aveva mai fumato”. 

La ricerca, svoltasi su 290mila adulti tra i 59 e gli 82 anni tra cui più di 22.000 fumatori attuali e più di 156.000 ex fumatori, ha dimostrato che gli adulti che avevano fumato regolarmente almeno una parte di una sigaretta al giorno, avevano il 64% di possibilità in più di morire per qualsiasi causa. Inoltre fumare da una a 10 sigarette al giorno è risultato associato all’87% in più delle probabilità di morire per tutte le cause, in particolare per cancro al polmone, rispetto al non fumare affatto. Unica consolazione: chi smette di fumare da giovane ha meno probabilità di ammalarsi rispetto a chi perde il vizio dopo i 50 anni. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: