Morbillo: nel 2017 già superati 1000 casi


Più di mille casi di morbillo dall'inizio dell'anno: precisamente 1010. In tutto il 2016 invece erano stati 844. In meno di tre mesi - i dati sono aggiornati al 26 marzo - quindi in Italia c'è stato un ‘picco'. A rendere noti i dati è l'Istituto superiore di sanità. Nel dettaglio, nel 33% dei casi si è avuta almeno una complicanza, nel 41% un ricovero e nel 14% un accesso al pronto soccorso. Il 90% dei pazienti colpiti dal morbillo non era vaccinato. 

L'età media dei pazienti è 27 anni, con il 57% dei casi che si è verificato nella fascia 15-39 anni, mentre il 6% si è avuto nei bimbi al di sotto di un anno, ancora troppo piccoli per il vaccino. Fra le complicanze le più frequenti sono risultate diarrea (21,1%) e stomatite (17,3%), mentre si sono avuti anche trombocitopenia, ovvero un calo delle piastrine nel sangue (5%), convulsioni (0,4%) ed encefaliti (0,1%). Commentando i dati, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin ha detto che è “fondamentale e urgente l'applicazione del nuovo piano vaccini" il quale prevede la vaccinazione contro il morbillo al secondo anno di vita e si propone di innalzare gli obiettivi di copertura che nel 2015 nel nostro Paese nei bambini a 24 mesi era dell'85,3% mentre il 95% è considerati il valore soglia necessario ad arrestare la circolazione del virus nella popolazione, la cosiddetta immunità di gregge. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: