Pixel facebook
 
Skin ADV

Costretta a partorire sul traghetto: la bimba muore

partoUna morte assurda, un incidente che poteva e doveva essere evitato. Un episodio che fa riflettere su quanto ancora si possa fare in Italia, Paese bellissimo quanto carente di infrastrutture come anche recenti e tragiche vicende confermano. E' successo ad una donna di 31 anni che doveva dare alla luce la sua bambina fra due mesi circa ma il parto è stato prematuro e lunedì mattina ha cominciato ad avere le doglie. Sfortunatamente per lei si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato e la figlia è morta prima di arrivare all'ospedale. 

Tutto è successo ieri a Carloforte, sull'isola di San Pietro, nell'arcipelago del Sulcis, in Sardegna. La donna, una turista trentunenne di Lodi, è stata costretta ad imbarcarsi sul traghetto per arrivare sulla terraferma (sono 10 i km che dividono San Pietro dalla Sardegna): purtroppo, nonostante i ripetuti appelli, la Sardegna, ventiquattromila chilometri quadrati di territorio, non dispone di un servizio di elisoccorso. Unica regione in Italia. Sono stati i medici del 118 locale a consigliarle di raggiungere al più presto l'ospedale di Carbonia, dove la bambina è arrivata morta. La madre ha partorito sul traghetto assistita da un'ostetrica che casualmente si trovava a bordo. Ma tutte le cure sono state inutili: con l’elisoccorso sicuramente gli interventi sarebbero stati molto più celeri e professionali e la donna sarebbe arrivata in minor tempo all’ospedale.

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco