Pixel facebook
 
Skin ADV

Dieci anni di vita in più per i cardiopatici ma...

donne cuoreBuone notizie dal congresso nazionale della società italiana di cardiologia, tenutosi in questi giorni a Roma. Come fa sapere il presidente Francesco Romeo, “la cardiologia negli ultimi 50 anni ha fatto dei progressi incredibili consentendo di aumentare l'aspettativa di vita di oltre dieci anni". Dieci anni in più non sono pochi, in effetti. Ma all'orizzonte c'è un nuovo ‘nemico': lo scompenso cardiaco. La Sic rende noto che “una persona su tre sopra i 55 anni svilupperà questa patologia nel corso della propria vita ma, nonostante i progressi nella cura, la metà di questi pazienti morirà entro cinque anni, una prognosi peggiore che nella maggior parte dei tumori''. Altra patologia da tenere assolutamente sotto controllo è l'aterosclerosi: le sue complicazioni come infarto e ictus rappresentano la principale causa di mortalità nei paesi industrializzati. Anche qui sul fronte della prevenzione si è fatto molto, al punto che oggi con un semplice test genetico si riesce a definire abbastanza chiaramente la percentuale di rischio associandola ad altri come ipertensione, ipercolesterolemia, obesità, diabete. Infine massima attenzione per le donne: per loro la principale causa di morte è rappresentata proprio dalle malattie cardiovascolari ma l'informazione non è adeguata e, quindi, il rischio sottovalutato. 

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco