Pixel facebook
 
Skin ADV

Ecco come conservare i farmaci in estate

medicinaliCome conservare i farmaci in estate? Il caldo, l’umidità e l’escursione termica possono deteriorare il principio attivo e alterare le proprietà dei medicinali al punto di ridurne l’efficacia o addirittura renderli pericolosi per la salute. Una non corretta conservazione dei farmaci può inoltre provocare la crescita di microbi all’interno dei contenitori. Alcuni farmaci inoltre, per via del loro meccanismo d’azione, possono interferire con la termoregolazione o alterare lo stato di idratazione dell’organismo, amplificando gli effetti del caldo (anticolinergici, antipsicotici, antistaminici, antidepressivi, ansiolitici, antiadrenergici e beta-bloccanti, antipertensivi e diuretici, antiepilettici ecc.). Per queste ragioni, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) suggerisce alcuni semplici ma utili accorgimenti che possono tenere a riparo da spiacevoli inconvenienti legati alla cattiva conservazione (o trasporto) dei medicinali in presenza di temperature elevate. L'Aifa ha realizzato un opuscolo “Farmaci & estate", disponibile online.

Ecco le principali regole da osservare:

1) seguire le modalità di conservazione indicate sul foglio illustrativo del farmaco. Se queste non dovessero essere specificate, conservare il medicinale in luogo fresco e asciutto a una temperatura inferiore ai 25°;

2) esporre i medicinali per un tempo esiguo – una o due giornate al massimo – a temperature superiori a 25°non ne pregiudica la qualità. Tuttavia, farlo per un periodo di tempo maggiore ne riduce considerevolmente la data di scadenza. Se invece la temperatura di conservazione è specificatamente indicata, non rispettarla potrebbe addirittura rendere il farmaco dannoso per la salute. Questo risulta particolarmente importante per alcuni farmaci di emergenza come antibiotici, farmaci adrenergici, insulina, analgesici e sedativi;

3) l’alterazione di una dose di un farmaco fondamentale, come l’insulina o la nitroglicerina per chi soffre di diabete o malattie cardiache, potrebbe essere rischiosa. Anche piccoli cambiamenti negli antiepilettici e negli anticoagulanti potrebbero nuocere alla salute. Inoltre, alcune modifiche che potrebbero verificarsi negli antibiotici e nell’aspirina potrebbero causare danni ai reni o allo stomaco;

4) non esporre al sole o a temperature elevate i farmaci spray. Per il trasporto utilizzare contenitori termici;

5) non conservare in luoghi umidi o eccessivamente caldi le strisce per test diagnostici – come quelle utilizzate per verificare i livelli di zucchero nel sangue, per la gravidanza o l’ovulazione -, perché sono estremamente sensibili all’umidità;

6) conservare in ambienti freschi e a temperatura costante i farmaci per la tiroide, i contraccettivi e gli altri medicinali che contengono ormoni, perché sono particolarmente sensibili alle variazioni termiche.

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco