Pixel facebook
 
Skin ADV

Ictus e infarto: i danni della marijuana

Ictus e infarto: i danni della marijuanaAlla fine è sempre droga e gli effetti restano nocivi. Una ricerca dell'Einstein medical center di Philadelphia fa un po' di chiarezza su quella che è considerata la sostanza stupefacente ‘leggera' per antonomasia: la marijuana. Analizzando i dati clinici di ben 316mila consumatori di ‘erba', è emerso che costoro hanno il 26% di probabilità in più di vare un ictus rispetto a chi non ne fa uso e il 10% di beccarsi uno scompenso cardiaco. Un duro colpo, suffragato da dati scientifici, nei confronti di chi insiste per la legalizzazione della marijuana.

Gli effetti sulla salute cardiovascolare sono dunque potenzialmente molto nocivi e i risultati dei test - svolti su pazienti, preferibilmente fra i 18 e i 55 anni, ricoverati in più di 1000 ospedali tra il 2009 e il 2010 - sono stati confermati anche, spiegano i ricercatori, “correggendo i dati per i fattori di rischio associati alla cannabis, come alcol, fumo e obesità".

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco