Pixel facebook
 
Skin ADV

L'allarme dei chirurghi: “I bisturi non tagliano più"

ospedale“In Italia i bisturi non tagliano più". Un giudizio, è proprio il caso di dirlo, tranchant. L'allarme proviene da una fonte qualificata, forse quella più in assoluto: l'Associazione dei chirurghi ospedalieri italiani. Dopo numerose segnalazioni da parte dei colleghi medici l'Acoi ha deciso di uscire allo scoperto e di denunciare “la mediocre qualità" dei loro principali strumenti di lavoro. La causa è sempre la solita, quella economica: la ricerca di materiali a prezzi più convenienti ha ridotto l'efficienza dei bisturi. Le conseguenze sono di tipo estetico (il taglio può essere meno preciso) e più strettamente sanitarie (più alto il rischio di infezioni).

Diego Piazza, presidente Acoi spiega all'Ansa tutti i rischi per la salute: “Aumentando il trauma cutaneo per incidere una superficie - chiarisce -, si aumenta il rischio di contaminazione batterica della ferita. E' evidente che, dovendo aumentare la forza per incidere una superficie, si rischia di tagliare oltre le intenzioni dell'operatore. Che tipo di sicurezza e qualità forniamo ai nostri pazienti?".

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco