Pixel facebook
 
Skin ADV

L'orgasmo durante il parto: “Così non si prova dolore"

partoProbabilmente è l'ultima cosa che viene in mente ad una donna durante il parto: masturbarsi per alleviare la sofferenza, per contrastare il dolore tramite il piacere. Eppure pare proprio che possa funzionare. Lo dice l'esperienza ma lo dice anche la scienza. Una prova provata viene fornita da una fotografa australiana, Angela Gallo, che sul suo blog ha scritto un cliccatissimo post dal titolo “Perché mi sono toccata durante il travaglio".

Traumatizzata dalla prima gravidanza al termine della quale ha affrontato un travaglio di 45 ore e un epidurale che ha lasciato ricordi negativi perché l’ha fatta sentire lontana dal suo corpo, la Gallo, 30 anni, ha provato la masturbazione e il parto orgasmico: “Sì, è possibile stimolare i muscoli clitoridei e provare piacere nel momento più difficile del parto, anche se non è il classico desiderio sessuale”, afferma. Un anestetico formidabile e naturale, a sentire la fotografa australiana: “Quando ho saputo che molte altre donne avevano sperimentato questa possibilità, e si erano masturbate, ho voluto provare anch’io”. Con il marito accanto, tra l’altro.

D’altronde le analogie non mancano: “Gli ormoni, le sensazioni mentali e corporee, l’attività cerebrale, i recettori sono tutti elementi che si intrecciano sia nel parto che nel piacere – ricorda la Gallo -. Le nostri vulve si gonfiano, il flusso di sangue aumenta, emettiamo mugolii, i nostri fianchi oscillano, la respirazione si fa profonda, sudiamo”. Ed ancora: “Avete mai avuto un mal di testa e istintivamente avete deciso di masturbarvi, e alla fine il mal di testa è passato? Bene, molti di noi lo fanno perché questo funziona. Allora perché dovrebbe essere diverso nella stimolazione clitoridea durante le contrazioni?”.

Che quella della Gallo non sia una stramberia è confermato dal fatto che il parto orgasmico è conosciuto fin dal 1985, teorizzato dalla sessuologa Juan Merelo Barbera. Sulla vicenda esiste anche un documentario (vedi il video) denominato, appunto, Orgasmic Birth. Infine nel 1988 il dottor Barry Komisaruk ha pubblicato uno studio sul Journal of Sex Research il quale informa che dopo aver stimolato vagina e clitoride le donne sono meno sensibili al dolore.

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco