Pixel facebook
 
Skin ADV

“Non staccate la spina a nostro figlio"

“Non staccate la spina a nostro figlio"La vicenda, che ricorda molto quella del piccolo Charlie Gard, si svolge in Inghilterra: Alfie Evans, 21 mesi, è affetto da una malattia neurologica degenerativa e fortemente invalidante. Non vi sono rimedi, il suo destino è segnato: morirà presto, la medicina è impotente contro una patologia che è solo relativamente conosciuta. La sua unica speranza, sostengono i genitori, è un trattamento all’ospedale Bambino Gesù di Roma. I medici dell’ospedale pediatrico di Liverpool dove il piccolo è ricoverato invece la pensano diversamente: tenerlo in vita sarebbe solo accanimento terapeutico e “inumano”.

L’Alta corte britannica ha dato ragione ai dottori accogliendo la tesi della scienza: per Alfie non c’è più niente da fare, ora ha solo bisogno di “quiete e pace”, scrivono i giudici. Per questo ha autorizzato i medici a staccare la spina che tiene ancora in vita Alfie. I genitori, Tom Evans e Kate James, entrambi ventenni, tuttavia non si rassegnano e stanno pensando di fare appello contro la sentenza. Quindi, come successo precedentemente con Charlie, si preannuncia un’altra aspra battaglia legale e mediatica. 

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco