Pixel facebook
 
Skin ADV

Pokémon Go? E' roba da psichiatri

telefoninoLa Pokémon mania è una malattia della psiche. Più precisamente un comportamento "fortemente immaturo che aggancia diverse generazioni su un obiettivo apparentemente assurdo e infantile, specchio di una contemporaneità decadente". E' la riflessione di due esperti, Donatella Marazziti, docente di psichiatria a Pisa e direttore scientifico della Fondazione Brf, e il giornalista e sociologo Mario Campanella, componente del comitato scientifico della stessa Fondazione. 

"Tra due anni la Pokémon mania, pratica compulsiva e adultescenziale che ormai coinvolge tanti over 30, riguarderà un adulto su due tra quelli informatizzati", rendono noto gli esperti a proposito di Pokémon Go, gioco che ormai ha coinvolto nella ‘ricerca' adulti e bambini. "E' pensabile - concludono Marazziti e Campanella - che questa infantile compulsione rappresenti una sorta di rimozione generale dai problemi che angosciano il mondo e da un presente che richiederebbe, invece, ben altri comportamenti". Ed ancora: "Un meccanismo di regressione che ammorba e coinvolge strati di popolazione adulta, 'alleati' con bambini e adolescenti a esercitare il ruolo di cercatori di Pokémon".

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco