Pixel facebook
 
Skin ADV

Vaccini, nessuna morte sospetta in due anni

Vaccini, nessuna morte sospetta in due anniSono ancora i vaccini che tengono banco. L'opinione pubblica vuole sapere, farsi un'idea precisa e così, anche per rispondere alle accuse dell'associazione consumatori del Codacons, l'Agenzia italiana del farmaco rende disponibile il Rapporto sorveglianza post-marketing dei vaccini per gli anni 2014 e 2015. Si tratta di 176 pagine che chiunque può consultare per farsi un'idea su un argomento così dibattuto. “L’obiettivo principale della pubblicazione - spiega l'Aifa -, è di informare in maniera corretta e trasparente sui vaccini". 

Nella prima parte sono riportate le elaborazioni effettuate sulle segnalazioni spontanee dei sospetti eventi avversi che seguono l’immunizzazione registrati nella Rete Nazionale di farmacovigilanza. Si tratta, precisa Aifa, di un sospetto di reazione avversa, “basato esclusivamente sulla coincidenza temporale fra gli eventi e non si ha la certezza di una relazione causale tra prodotto somministrato (vaccino) e reazione". Il rapporto si conclude con approfondimenti dedicati alle malattie prevenibili da vaccino in relazione all’andamento delle coperture. 

Ecco una sintesi dei principali argomenti. L'Aifa innanzitutto precisa che nel biennio 2014-2015 non c'è stata alcuna morte accertata per le vaccinazioni. Le sospette reazioni avverse sono state 871 nel 2014 e 526 nel 2015 ma nessuna ha fatto scattare l'allarme perché si trattava di reazioni già note, oppure perché non c'era legame con le vaccinazioni. Nel 2014 le reazioni sospette segnalate con presunto esito fatale hanno riguardano 69 casi: 67 anziani di età fra 67 e 95 anni, con età media 83 anni e due bambini di 2 e 3 mesi, entrambi vaccinati con esavalente e antipneumococco 13. Ma in nessun caso c'è stata certezza di correlazione con il vaccino. 

Per il 2015 sono stati segnalati 9 casi di morte, 3 bambini e 6 adulti (in tutti i casi il vaccino sospetto è un antinfluenzale) tra 77 e 92 anni e nessuna relazione accertata. In particolare, secondo le statistiche ufficiali, un bambino di 13 anni è morto di meningite, sebbene fosse vaccinato, perché, dice il rapporto, “non sufficientemente vaccinato".

Vittoria Neri

Iscriviti alla nostra newsletter
per essere informato su SCONTI e OFFERTE
Lascia un commento
Seguici su facebook
Tieniti aggiornato sulle nostre offerte
costi modalita spedizione
Invita un amico
punti federltà
smart search
il tuo farmacista risponde

IL TUO FARMACISTA RISPONDE

inviaci una mail a:info@bosciaclub.it

Dal Lunedì al Venerdì dalle 09.30 alle 13.00
e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al numero blu
logo Sanco