Muore di meningite per il bacio di un parente


Una vicenda pazzesca, una di quelle che ci ricordano i consigli di una volta, quelli che ammonivano di non toccare i neonati e meno che mai di baciarli. Infatti una neonata è morta a 18 giorni di vita per un herpes contratto da un amico di famiglia che le ha provocato una grave meningite virale. L'episodio si è verificato a Des Moines, capitale dello Iowa (Stati Uniti), e la sfortunata protagonista si chiamava Marianna Reese Sifrit. La piccola era nata lo scorso primo luglio ma dopo sei giorni i genitori la avevano riportata d'urgenza in ospedale dove le era stata diagnosticata la meningite virale e l'herpes simplex contratti, secondo quando hanno reso noto i medici, dal contatto con un parente (né la madre né il padre sono risultati positivi). L'ipotesi più accreditata è che qualche parente con l'herpes abbia baciato la neonata condannandola, di fatto, a morte. Oppure vi sia un contatto particolarmente ‘sfortunato' che potrebbe essere avvenuto con chiunque, anche con il personale ospedaliero portatore sano del virus. I medici hanno spiegato che per il contagio non è necessario che l'herpes sia evidente. 

Il ricovero e le cure sono stati del tutto inutili: la piccola è peggiorata di giorno in giorno perché il virus ha attaccato i suoi organi interni, fegato e reni prima, cuore e polmone poi. La madre, seppur distrutta per la morte della figlia, ha trovato la forza di lanciare un appello su Facebook nel quale consiglia ai neogenitori di non far baciare i propri bambini. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: