Iperuricemia: i sintomi e la dieta consigliata

Pubblicato il 30/05/2021


L’iperuricemia è un termine che descrive un alto livello di acido urico nel sangue.

L’acido urico è prodotto dalla decomposizione delle purine che sono presenti in alcuni alimenti o sono prodotti dall’organismo quando non produce una quantità sufficiente di determinati enzimi digestivi.

Quando l’acido urico di accumula nel sangue, cristallizza nel sangue prendendo una forma simile ad un ago, che può creare problemi e dolore soprattutto a livello delle articolazioni.

L’acido urico cristallizza a basse temperature. E’ per tale motivo che il 90% degli attacchi di gotta, colpiscono le estremità del corpo, come l’alluce, il piede, il polso, le articolazioni, l’anca ed il ginocchio.

In Italia circa una persona su 5 ha livelli di acido urico elevato.

Avere iperuricemia non significa avere sintomi o la gotta. Anche se la maggior parte delle persone con livelli alti di acido urico non ha sintomi, può esserci un elevato rischio di sviluppo di calcoli renali o della gotta.

Quali sono le cause dell’acido urico?

L’acido urico si accumula nel sangue se non filtrato dai reni. Questo può essere causato da alimenti ricchi di purine, come fegato, acciughe, sardine, acciughe, crostacei, asparagi, fagioli, piselli, funghi.
In alternativa le cause sono dovute a:

  • Sovrappeso e obesità
  • Alcool
  • Farmaci diuretici ed immunosoppressori
  • Ipertiroidismo
  • Psoriasi
  • Ereditarietà
  • Eccesso di vitamina B3 o niacina
  • Insufficienza renale

Quali sono i sintomi dell’iperuricemia?

Il dolore è il primo sintomo. Le articolazioni in genere sono dolenti, infiammate ed estremamene sensibili al tatto.
La diagnosi differenziale è in genere con patologie che causano simili problemi come l’artrite reumatoide.

Questa è eseguita attraverso una analisi del liquido sinoviale estratto dalle articolazioni ed osservato al microscopio.
Se i sintomi non sono trattati, è proprio l’infiammazione a causare danni permanenti alle articolazioni.

Quale dieta seguire in caso di valori elevati di acido urico?

  • Bere molto è la prima regola per facilitare l’eliminazione di acido urico.
  • Evita di consumare i cibi ricchi di purina e la carne
  • Evita di consumare cibi fritti
  • Evita alimenti o integratori contenenti l’aminoacido glicina, che può essere convertito facilmente in acido urico
  • Evita il consumo di alcolici, inclusi vino e birra.
  • Limita il consumo di pesce, uova, legumi, pollame, spinaci e alimenti preparati con il lievito.
  • Alimentati per 2 settimane con frutta e vegetali ricchi in vitamina C. La frutta rossa come mirtilli, ciliegie e fragole contengono antiossidanti che neutralizzano l’acido urico.
  • Riso, miglio, mais, vegetali a foglia verde, frutta, formaggio, uova e latte sono tutti alimenti consigliati

Quali sono i rimedi naturali utili nell’iperuricemia

I rimedi naturali che tendono a ristabilire e ad abbassare i livelli di acido urico nel sangue:

  • La vitamina C associata a bioflavonoidi, alle dosi di 3-5 grammi al giorno suddivisa in 3 somministrazioni giornaliere. Solgar quercitina complex è un rimedio con forti proprietà antiossidanti.
  • Gli acidi grassi essenziali, che hanno anche la capacità di riparare i tessuti
  • Gli enzimi digestivi, e le vitamine del gruppo B, invece favoriscono i processi digestivi.
  • Boswellia e curcuma possono essere assunte per le loro proprietà antinfiammatorie.
  • Betulla e pilosella possono favorire la diuresi e l’eliminazione dell’acido urico. Olodren è un integratore drenante metabolico con azione drenante e combatte anche il sovrappeso.
  • Integratori a base di condroitin solfato, glucosamina ed MSM, possono calmare il dolore e ridurre il rischio di degenerazione delle cartilagini. Cartijoint forte green, ha una formulazione anche adatta per vegani.
  • Integratori a base di estratti vegetali come Zinutrik, possono inibire la xantina ossidasi, enzima coinvolto nel metabolismo dell’acido urico.

Quali rimedi omeopatici sono usati in caso di acido urico?

La belladonna è raccomandata in caso di dolore severo, l’arnica montana in caso di dolore acuto ed il Rhus toxicodendron per il dolore alle articolazioni ed il prurito.

Prodotti correlati

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00