Sindrome post covid: il recupero della forma fisica.

Pubblicato il 13/01/2022


La sindrome del post covid è una condizione chiamata anche long covid, determinata dagli effetti di alcuni sintomi che perdurano per più di quattro settimane dalla diagnosi di malattia.

Il Covid 19 è una infezione virale che colpisce prevalentemente i polmoni, ma può danneggiare anche altri organi come cuore, rene e cervello. Il danno di organo può influenzare lo stato complessivo di salute.

I sintomi e le cause della sindrome del post covid

Segni e sintomi, quali la stanchezza, i problemi di memoria, i dolori articolari e ai muscoli, la perdita dell’olfatto e del gusto, ansia e depressione, vertigini, possono interessare sia persone giovani che più anziane

Alcune recenti evidenze cliniche hanno dimostrato come in pazienti guariti da una pregressa infezione acuta, indipendentemente dalla severità, c’è una persistenza di sintomi invalidanti, come astenia, cefalea, dispnea, diarrea, nausea e vomito, difficoltà a concentrarsi e perdita dei capelli.

Un recente studio scientifico definisce come la disfunzione endoteliale persistente, causata dall’infezione durante la fase acuta, potrebbe essere la responsabile della sindrome del post covid.

Sindrome Post Covid: come contrastare la permanenza dei principali sintomi

Se la gestione della fase acuta del covid 19 si avvale di antinfiammatori, antipiretici, antivirali, antibiotici, ossigeno terapia, ancora non esistono delle linee guida ufficiali su come supportare i postumi delle condizioni di stress metabolico dei pazienti durante la fase acuta.

Oggi l’esperienza pone in primo piano la necessità di: 

  1. Integrare con la nutrizione le molecole distrutte dal virus (proteine cellulari e proteine ematiche)
  2. Fare riabilitazione funzionale e motore a, per riattivare il metabolismo corporeo.

Gli integratori che possono essere assunti durante la sindrome del post covid sono gli aminoacidi, in quanto favoriscono la sintesi delle proteine e dei mitocondri, la vitamina D per gli effetti anabolici e antinfiammatori, i probiotici per ripristinare la flora batterica distrutta dal virus e dai farmaci assunti durante la fase acuta.

I prodotti sono facilmente reperibili in farmacia come: Aminotrofic HD bustineSupradyn ricarica compresse e Lactoflorene plus capsule.

L-Arginina: un aminoacido utile in fase acuta e durante la sindrome post covid

Uno studio recente pubblicato su Virology da Fazio G (2021) esamina come un aminoacido, la L-arginina, grazie alla capacità di sintetizzare ossido nitrico, riesce a migliorare la funzione endoteliale. I dati dello studio mostrano come l’integrazione di L-Arginina riduce la stanchezza fisica e migliora la tolleranza all’esercizio.

La stessa arginina se aggiunta alla terapia standard del paziente in fase acuta di Covid-19, aveva già recentemente dimostrato in uno studio scientifico di rilevanza internazionale di ridurre la necessità di supporto respiratorio e della durata dell’ospedalizzazione senza alcun aumento del rischio di eventi avversi.

La L-arginina è facilmente reperibile in farmacia: Bioarginina Damor, L-arginine Lifeplan, Arginina pura Dottor Giorgini.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 18.30