Allarme: gli italiani usano male i farmaci


Il problema non sono i farmaci, ci mancherebbe. E' il cattivo uso che se ne fa. Il rapporto 'L'uso dei farmaci in Italia' pubblicato dall'Agenzia italiana del farmaco fotografa un popolo di indisciplinati, di insofferenti alle prescrizioni mediche: ad esempio il 58,9% di coloro che prendono medicine contro la pressione alta saltano dosi, sbagliano orario o interrompono il ciclo. Cattive abitudini anche per i pazienti con il colesterolo alto: solo il 47,4% assume regolarmente la terapia prescritta. 

Complessivamente nei primi nove mesi del 2015 è cresciuta la spesa per i farmaci: la media dell'assunzione dei medicinali è una scatola e mezza a testa ogni mese. I principi attivi più gettonati sono il pantoprazolo, protettore gastrico. A seguire la rosuvastatina, (utilizzata per il trattamento della ipercolesterolemia), e il salmeterolo, un antiasmatico. La spesa è maggiore al Sud specie nel Lazio in Calabria e in Puglia.

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: