L'infarto si previene con un esame del sangue


Un semplice esame del sangue potrà indicare i soggetti a rischio di infarto.  Il nuovo test, rapido ed economico, è stato ideato da un gruppo di ricercatori delle università di Glasgow e di Edimburgo ed è in grado di rilevare il rischio di infarto con un’accuratezza maggiore rispetto ai controlli della pressione arteriosa e del colesterolo.  

L'esame del sangue prende in esame la troponina, un complesso proteico presente nei muscoli e nel cuore composto da tre proteine: troponina I, troponina C, Troponina T. Lo studio, pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology e condotto su 3300 pazienti, ha dimostrato che più alto è il livello di troponina nel sangue più possibilità ci sono di subire un infarto o morire per una cardiopatia fino a 15 anni dopo: in questi casi infatti significa che il cuore è danneggiato. David Newby, uno degli autori dello studio, ha reso noto: “La troponina è come un barometro della salute del cuore: se si alza è male e il rischio di problemi cardiaci aumenta. Inoltre, questo valore sembra in grado di rivelare chi beneficia di più delle statine e apre a una nuova strada per analisi mirate". Tim Chico, cardiologo dell'Università di Sheffield, ha aggiunto: “Il problema con le cardiopatie - ha confermato  - è che i primi segni di queste malattie restano molto difficili da intercettare in persone senza sintomi. Questo nuovo test può essere un sistema più efficace per identificare velocemente le persone maggiormente a rischio".

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: