Impotenza e infarto sono collegati


L'impotenza è già di per sé un problema di salute grave ma in alcuni casi ci potrebbe essere molto altro. La disfunzione erettile infatti potrebbe essere un indicatore precoce di malattie cardiovascolari. A segnalarlo è uno studio decennale condotto su 300 pazienti da parte del team dal professor Carlo Foresta, ordinario di Endocrinologia dell'università di Padova.

Dall'analisi dei dati è emerso che coloro che sono affetti da disfunzione erettile hanno un rischio tre volte più elevato di andare incontro a malattie mortali collegate all'infarto e all'ictus. I meccanismi tra le patologie, fanno quindi notare gli esperti, sono comuni: “La disfunzione erettile interessa un uomo su tre - spiega Foresta all'Ansa - e molto spesso questo sintomo è espressione di patologie importanti, quali l'ipertensione, il diabete, l'aterosclerosi, le cardiopatie e l'obesità. Il meccanismo che porta all'erezione non è altro che un fenomeno vascolare e quindi le cause più frequenti di disfunzione erettile sono le stesse delle patologie cardiovascolari più gravi, quali infarto e ictus". Insomma, la ricerca conerma che le disgrazie non vengono mai da sole ma la più grande consolazione è che con un corretto stile di vita e una sana alimentazione molte patologie si possano prevenire. 

Il tuo farmacista risponde

inviaci una e-mail a:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 20.00

oppure chiamaci al: